Il divano e la poltrona

IL DIVANO E LA POLTRONA

 

” ho preso la decisione di rifare la copertura del divano + poltrona, ma è un lavorone che non ho mai fatto e devo capire come procedere , così comincerò dal piccolo : la poltrona .

 

questo post non è un tutorial, è solo un mio esperimento, che condivido perchè un pò mi preoccupa, raccontandovelo mi guardo dal di fuori e riesco a vedermi meglio (?)

 

dunque ho sfoderato la poltrona e scuciti i singoli pezzi che utilizzerò da dima per i nuovi; per ricordarmi come erano montati, ho lasciato dei passaggi intatti, saranno l’esempio di esecuzione.

 

ho un fantastico tessuto vintage tinta unita di lino misto cotone , ma non so quanto ne avrò bisogno … vado a naso…

essendo fibra naturale si ritirerà quindi lo devo bagnare . l’ho srotolato sui fili per stendere e con l’innaffiatoio ho inzuppato la stoffa .”

 

tutto ciò accadeva circa un mese fa , ma l’attesa ha il senso della maturazione, nel senso che questo progetto difficile ha bisogno di riposare nella mia mente, cosicchè possa essere certa della riuscita dell’opera… è un viaggio senza ritorno, o la va o la spacca! PAURA!

 

la poltrona è rimasta nuda fin d’allora , i primi pezzi tagliati e imbastiti , abbandonati peggio dei vestiti dei boys.

 

finchè proprio ieri , luca , ha parlato ( manco fosse il papa , ops! ): ” non sarebbe ora di vestire la poltrona? ”

il tono non era dei più concilianti , il che significa : tempo scaduto , datti una mossa .

 

così ho preso in mano il lavorone seriamente .

nella stanza del camino taglio

 

 

e mentre ascolto la radio cucio .

si noti LEI !come farei senza taglia e cuci ?

 

 

 

certo che qui c’ è da lavorare sodo : divano , famiglia , casa , pranzi , cene , gatti . a proposito di gatti devo pure ritirare gigetto dal veterinario ! nessun rimando .

 

ma intanto il primo cuscino è fatto ! quello verde!

 

 

sotto con il prossimo!

ESTOTE PARATI presto avrete mie nuove , spero buone , su come procede il lavorone .

ciao!

 


MAKE YOUR SELF

 

THE SOFA

 

“I made the decision to remake the cover of the sofa + armchair.

but it is a big work that I never did before and I have to figure out how to do this, so I’ll start from the small one: the armchair.

I unlined and unstitched the individual pieces that I will use as a template for new ones.

this is not a tutorial, just an experiment that i share with you because i’m afraid, i can’t go wrong …

 

I have a gorgeous vintage fabric solid color linen / cotton blended , but i do not know how much I need it …” I’m going to nose …”

being natural fibers will retire, so I have to get wet. I rolled out on washing lines and with the watering I can soaked the fabric. ”

 

All this happened about one month ago, the armchair has been naked ’til now, the first part done left worse than the boys’ clothes.

 

until yesterday, luca, spoke (was not even the pope, oops!): “is it not time to dress the chair?”

the tone was not the most conciliatory, which means: time expired, get a move on.

 

so I took up the job seriously.

i cut in the room with the fireplace , and listen to the radio while I sew.

 

 

certainly, here there is hard work: sofa, family, home, lunch, dinner, cats …

but the first pillow is done! the green one!

 

you will soon have my news , hopefully good, on the progress of this big work,

 

love , annalisa

 

robert capa

“Se le vostre foto non sono abbastanza buone, non siete abbastanza vicino”

“If your photographs aren’t good enough, you’re not close enough.”